Chi siamo

aprile 6, 2016

L’associazione opera dal 1987 con la finalità di aiutare quei giovani che siano motivati a portare a termine un corso di studi o di preparazione professionale ma che si trovano in situazioni familiari che difficilmente consentirebbero il raggiungimento di questo obiettivo.
L’assegno di studio, differenziato secondo l’ordine di scuola frequentata, inizia solitamente con la Scuola elementare e prosegue per tutto il corso scelto dal giovane, anche fino al compimento degli studi universitari. Ogni giovane che entra nel programma de ‘Il Giunco’ ha un tutor al suo fianco per tutto il percorso. Sarà un guida discreta ma attenta alle necessità sue e della sua famiglia.

L’associazione si attiva nella ricerca di soluzioni ai problemi che si pongono ai ragazzi sia nella Scuola che in ogni altro ambito, lavorando in stretta collaborazione con Istituzioni scolastiche, Enti Pubblici e con altre associazioni di volontariato, religiose o laiche, specializzate in diverse tipologie di assistenza. A ciò collaborano Docenti delle diverse materie, professionisti e persone di buona volontà, nelle funzioni di tutor e di socio, operativi nei vari impegni che l’attività richiede: organizzativi, di ricerca di fondi, di collegamento ai Servizi Sociali comunali, di organizzazione di iniziative culturali.

Con questo programma di formazione l’ associazione si prefigge di motivare i giovani verso un continuo miglioramento delle loro qualità, facendo loro sentire  l’appoggio concreto e disinteressato di adulti amici.

L’ associazione riceve un contributo dal comune, dalla regione e da altri sponsor solo su presentazione di un progetto, e si auto finanza con varie iniziative cultrurali.

L’ associazione non richiede quote associative, ma accetta con piacere chi desidera collaborare portando le proprie competenze ed esperienze familiari e professionali

Uno dei nostri giovani, parlando per la prima volta in pubblico e da un palcoscenico, ha dichiarato:
‘ Non sono un socio del Giunco, ma lo diventerò quando avrò terminato gli studi…’.

Leggi l’intervista al presidente uscita sul Notiziario Comunale di Brugherio