Giunco oltre

aprile 6, 2016

Brugherio, luglio 2002

In seguito alle segnalazioni pervenuteci dai Servizi Sociali Comunali, dalle Scuole e direttamente da alcune famiglie, la nostra associazione è riuscita ad accogliere tutti i 37 casi presentati, raggiungendo gli obiettivi preposti sia sul piano educativo che organizzativo.
Nessuno dei ragazzi che ha iniziato il programma l’ha abbandonato, né tanto meno, ha lasciato la Scuola.

La finalità primaria dell’ associazione è formativa, pertanto, per i ragazzi che partecipano al suo programma in situazioni familiari di particolare difficoltà, si pone l’obiettivo di supporto scolastico, attraverso lezioni mirate e generalmente individuali, con un preciso scopo didattico, umano e morale.
Tale intervento educativo non prescinde, oltre che dai suggerimenti dei Servizi Sociali, anche da una fattiva collaborazione con il Consiglio di classe e coi Docenti, affinché ogni insegnamento non sia disgiunto dalla programmazione della classe e dal suo progetto annuale.
La recente esperienza presso i vari Distretti Scolastici di Brugherio si è realizzata in sintonia con questa linea ed ha dimostrato la sua concretezza nel corrispondere alla realtà dei bisogni più urgenti dei ragazzi disagiati che hanno usufruito di tale sostegno.

E’ nostro fermo proposito quello di tutelare i ragazzi in ogni momento educativo con l’individuazione di Volontari idonei allo scopo, sia per preparazione culturale che per caratteristiche psicologiche ed umane.
Solo così possiamo garantire agli studenti in difficoltà un percorso che sia attento ai loro disagi e li aiuti, con equilibrio, a superare situazioni a volte conflittuali, indirizzandoli a chi di competenza. Tutto ciò parallelamente allo svolgimento di un programma scolastico concordato con i Docenti.

Possiamo perciò evidenziare che l’intervento de ‘IL GIUNCO’ sia diventato indispensabile per quegli Istituti comprensivi che sono ricorsi a noi per una trentina di casi e non hanno altrimenti risorse simili disponibili.

Riteniamo importante sottolineare il coinvolgimento degli Assessorati ai Servizi Sociali, della Pubblica Istruzione e della Cultura in questo progetto portato a termine con la loro collaborazione, nonché con la disponibilità della nostra Biblioteca Civica.